Preservare il futuro per il Lago Malawi

MALAWI: MBUNA/HAPS
Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Antonio87 » 02/04/2015, 18:07

La pesca eccessiva e l'aumento dell'attività economica si stanno esaurendo gli stock ittici nel lago Malawi sta portando ad una diminuzione della popolazione ittica locale,ricordo che il Malawi è il terzo lago più grande dell'Africa. Tra il 1988 e il 1992, il pescato commerciale è sceso di oltre il 20 per cento. Questo problema ha importanti conseguenze economiche e ambientali per il futuro del Malawi e altri paesi intorno al lago.

Confinante con il Malawi, Tanzania, e Mozambico,il Lago Malawi copre una superficie totale di 22.490 km, i trasporti, elettricità, l'irrigazione, la pesca.....ma il fattore primario è l'inquinamento minacciano questa preziosa risorsa, con conseguente degrado ambientale attraverso la perdita di specie nel Lago. Solo attuando misure politiche concertate che questo degrado può essere invertito.Le soluzioni possibili per l'esame di misure di controllo della popolazione, l'istruzione e la formazione, appropriate tecniche di gestione del pesce, anche a livello internazionale, e la riduzione della povertà attraverso lo sviluppo economico e sociale.

Fattori contribuenti
Il degrado ambientale del lago Malawi può essere attribuita a quattro fattori : elevati tassi di crescita della popolazione , il valore economico del lago , la cultura del lago (la storia del lago) , e la continua raccolta di grandi quantità di pesce ..

L'esplosione demografica
L'Alto tasso di crescita della popolazione contribuisce alla pesca eccessiva , perdita di specie , e l'inquinamento del lago . La pesca fornisce circa il 70 % del consumo di proteine ​​animali nel paese . Mentre la popolazione cresce , così fa il consumo di pesce , creando pressione sulla popolazione ittica locale.La popolazione in aumento , in particolare nei villaggi di pescatori lungo la riva del lago , ha accelerato il passaggio a metodi di pesca più efficaci e alla pesca di specie ittiche in precedenza non sfruttate per tenere il passo con la domanda crescente . L'organizzazione del Malawi National Wildlife recentemente condotto una ricerca su Chembe una comunità di pescatori lungo il lago . Lo studio ha rilevato che tra il 1910 e il 1992 , la popolazione di Chembe è cresciuta da 555 a 4.671 , aumentando efficacemente le esigenze nutrizionali della comunità.Questa crescita ha portato con sé un corrispondente aumento del numero di pescatori che tentano di fare i soldi dalla loro risorsa monetaria.
Il Malawi ha più che raddoppiato la sua popolazione da solo 4 milioni al momento dell'indipendenza nel 1964 ad una stima di 9,5 milioni di oggi . La popolazione sta crescendo a un tasso annuo del 3,3 %, il che rende difficile soddisfare la domanda di cibo . Aggiungendo a questi un numero crescente di persone è un grande afflusso di profughi con una stima di 910.000 arrivano dal Mozambico nel 1991.Il 5 aprile 1995 quasi tutti i rifugiati mozambicani erano tornati al Mozambico in seguito alla riuscita Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ( UNHCR ).
La Crescita della popolazione ha aumentato la coltivazione nel bacino imbrifero del lago e ha contribuito all'inquinamento del lago attraverso l'uso di fertilizzanti e altre sostanze chimiche e la distruzione degli ecosistemi naturali attraverso la compensazione dei bacini idrografici .

I fattori economici
La povertà diffusa all'interno della popolazione svolge un ruolo significativo del dragrado.L'ambientale è particolarmente difficile per i poveri e affamati per la sostenibilità a lungo termine delle risorse naturali a causa delle loro pressanti bisogni immediati .Il Malawi è uno dei paesi più poveri del mondo , con un PIL pro capite di US $ 210 nel 1992.L88% della popolazione vive in zone rurali. Ironicamente , questa povertà può aver risparmiato il lago da grandi industrie che avrebbe distrutto l'ecosistema e colpito le specie di ciclidi che vivono nel Lago.
Il lago offre pesce sia per il consumo interno e l'esportazione verso i paesi vicini attraverso una vasta rete di piccoli imprenditori . Si stima che 230.000 persone sono impiegate direttamente o indirettamente, alla pesca industriale.Questi lavori sono ora minacciati da depauperamento delle risorse ittiche . Nel 1987 , il pescato commerciale totale del pesce Nel lago era di 88.586 tonnellate, di cui sono state esportate 101 tonnellate ; nel 1991 il pescato commerciale totale era stata ridotta a 63.000 tonnellate , di cui sono stati esportati solo 3 tonnellate . Nel 1992 il totale delle catture è stato 69.500 e non c'erano esportazioni.Queste cifre indicano un drastico calo nel raccolto pesce nel lago , che fino a quel momento era stato in aumento .

Immagine
La Crescita della popolazione e l'attività economica rappresentano un onere pesante sui laghi dell'Africa .

I pescatori poveri che vivono di pesca sussistenza vicino al lago per i loro bisogni alimentari quotidiani perdono come domanda e i prezzi aumentano , la distribuzione di pesce è sbilanciata verso i consumatori dei paesi industrializzati , dove il consumo medio per persona è di tre volte il livello di sviluppo.Questa distribuzione asimmetrica conduce alla malnutrizione e altri problemi per le comunità di pescatori , perché mentre i consumatori nei mercati commerciali mangiano pesce principalmente come un bene di lusso o di complemento di una dieta equilibrata, i piccoli pescatori di sussistenza si basano esclusivamente su pesce come fonte di proteine ​​. Inoltre , la maggior parte del pescato commerciale in Malawi è stato acquistato dal Programma Alimentare Mondiale nel 1990 per alimentare il crescente numero di profughi mozambicani .

Impatto sul lago -La Cultura
Le persone che vivono nelle zone del lago hanno sempre fatto affidamento sul lago per il cibo (pesce ) , i trasporti , l'acqua , la ricreazione , e altre necessità quotidiane . Il lago è la loro vita . Ora, con l'introduzione della pesca commerciale su larga scala hanno difficoltà a continuare in questo modo .In alcuni casi, i modelli viventi sono stati profondamente perturbati a causa dell'introduzione della pesca commerciale . Le persone sono sempre più costrette a modificare i loro modi culturali , al fine di trovare fonti alternative di cibo .Il Governo cerca di affrontare il problema della pesca eccessiva , spesso erroneamente mette ulteriori restrizioni esui pescatori che vivono di sussistenza . Coloro che vivono in questi villaggi di pescatori non sempre capiscono le politiche di conservazione del governo,ovvero in alcuni mesi dell'anno possono pescare il pesce solo durante la stagione riproduttiva .
A differenza dei grandi imbarcazioni commerciali, i pescatori poveri si basano su semplici canoe che raggiungono le acque vicino alla riva. Tuttavia , questi sono anche i settori in cui i pesci vengono a riprodursi . Le Politiche di conservazione del governo sono state emanate per proteggere tali aree , aumentando la tensione tra la politica di conservazione del governo ei mezzi di sussistenza delle persone.
La raccolta di grandi quantità di pesce ha alterato l'equilibrio ecologico nel lago , riducendo il numero e le specie di pesci e altri animali selvatici che vengono colpiti, come gli uccelli che si nutrono di pesce . In gran parte dell'Africa e del Sud America,gli ambientalisti sono particolarmente preoccupati per la biodiversità dei Grandi Laghi africani del Malawi e Tanganica dopo l'esperienza nel Lago Vittoria.

Soluzioni suggerite
Qualsiasi soluzione al problema della perdita di specie nel lago deve affrontare le questioni della crescita della popolazione , lo sviluppo economico , l'istruzione , e il controllo decentralizzato interconnessi .

Programmi di pianificazione familiare
Il governo deve intensificare il suo programma di pianificazione familiare per ridurre l'attuale rapida crescita della popolazione . E ' importante capire che il problema della popolazione del Malawi è aggravato dalla povertà . Le politiche governative di spaziatura infantile e di altre misure per la riduzione della popolazione non sono state efficaci perché la popolazione considera ancora una famiglia numerosa ( più bambini ), come la sicurezza nelle condizioni di incertezza del paese,dove i tassi di mortalità infantile e basse aspettative di vita persistono devono essere prese misure per affrontare questo livello di povertà e di insicurezza per consentire gli sforzi di pianificazione familiare per avere successo .
A questo si aggiunge l'alto livello di analfabetismo nel paese che limita le opportunità di lavoro e accelera l' età fertile per le donne . Va anche ricordato che, anche se il governo sta portando attivamente un bambino nel programma "spaziatura" , i risultati non saranno visibili per alcuni anni a causa di slancio demografico - quasi la metà della popolazione del Malawi è al di sotto dei 15 anni

sviluppo economico
Lo sviluppo economico deve essere parte di tutti gli sforzi per ridurre la pesca eccessiva e perdita di specie . Non è sufficiente a scoraggiare i piccoli pescatori da cattura del pesce quando sono costretti a farlo per sopravvivere . Il governo deve trovare modi alternativi per queste persone di guadagnare un reddito diverso da quello della pesca . Un programma di lotta alla povertà in corso si propone di affrontare la grande disparità di reddito tra aree rurali e urbane , e tra ricchi e poveri . Le popolazioni rurali devono essere ricompensati per i loro sforzi per la conservazione delle specie ittiche:: se coloro che vivono nelle aree in riva al lago ricevono benefici concreti dalla conservazione , possono cambiare il loro comportamento .Il problema della pesca eccessiva comporta anche l' assistenza dei donatori internazionali e bilaterali che normalmente aiutano il paese nei suoi sforzi di sviluppo economico e sociale . E ' importante includere misure di conservazione dei programmi di sviluppo economico e sociale per prevenire gli effetti nocivi derivanti sulle specie ittiche del lago e quando il consumo aumenta.
Malawi, Tanzania e Mozambico , i tre paesi che beneficiano direttamente dal lago , dovrebbero cooperare per proteggere il lago e il suo pesce e di altre specie attraverso buone misure di gestione e di conservazione . In secondo luogo , il Programma Ambientale delle Nazioni Unite e di altri organismi internazionali pertinenti dovrebbero prendere in considerazione l'assistenza nella conservazione del lago . La Fauna del Lago Malawi è unico , e ha uno dei più alti di qualsiasi specie diversità lago del mondo .

Istruzione e formazione
L'Educazione della popolazione è necessaria per proteggere le risorse naturali . Questo può essere condotta attraverso i mass media e altri mezzi previsti per l'erogazione di informazioni . Per le politiche del governo di lavorare , le persone devono essere sensibilizzati all'importanza del lago e la grave minaccia che rappresentano per la sua sopravvivenza .
L'istruzione è particolarmente importante per le persone,la cultura e la vita. Essi devono sapere che la politica del governo non è lì per privarli del loro cibo tradizionale, ma per aiutare a preservare in modo che possano continuare a raccogliere in futuro . Sono già state adottate alcune misure più culturalmente sensibili . Ad esempio , il governo ha istituito il Parco Nazionale del Lago Malawi, con l'obiettivo di proteggere le specie ittiche e al contempo garantendo che i villaggi circostanti avrebbero continuato a pescare , ottenendo in tal modo i fondi derivanti dal turismo , senza privare i pescatori di loro tradizionali mezzi di vita . L' istruzione e la formazione dovrebbero bilanciare bisogno immediato consumo con la sostenibilità e la conservazione per le generazioni future .

controllo decentralizzato
Il governo ha iniziato una nuova e creativa strategia lasciando che le comunità di pescatori controllano le loro attività di pesca. Recentemente, il Dipartimento "Pesca governo delle Nazioni Unite", in collaborazione con l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), ha annunciato che sta cambiando la sua politica di intervento diretto nella regolazione della pesca ad un approccio basato sulla comunità per la gestione delle risorse ittiche. Il governo sta inoltre attuando diversi progetti con l'obiettivo di individuare le risorse inutilizzate e sottoutilizzate di pesce e Io sviluppare di metodi appropriati e adeguati livelli di sfruttamento, al fine di aumentare la produzione di pesce.Il Dipartimento Pesca fornisce solo consulenza tecnica, senza imporre direttamente delle regole. Applicazione e gestione saranno nelle mani dei pescatori e delle donne locali. Sarà interessante vedere i risultati di questo nuovo controllo.
Allo stesso tempo, i regolamenti governativi vigenti per proteggere i pesci più vulnerabili nei momenti più vulnerabili della stagione devono essere fortemente applicate. Se si guarda alla appropriate tecniche di gestione del pesce, è importante studiare il contesto storico e la pesca eccessiva con conseguenza perdita di specie. Quindici anni fa, tutte le reti utilizzate sul Lago Malawi erano 89 millimetri di maglia o superiore, e sono stati usati per catturare solo pesci di grandi dimensioni. Ma, come la cattura diminuita, i pescatori sono ricorsi a reti con maglie più piccole per la cattura di piccole specie più abbondante, e inavvertitamente specie di pesci molto giovani.Il risultato è stato un rapido declino delle specie più grandi che incoraggiare anche altri pescatori per passare alle piccole maglie delle reti. Con questa situazione è improbabile che i pescatori potranno gestire in modo efficace il loro pescato senza il Dipartimento Pesca può far rispettare attivamente la regolamentazione della pesca. Mentre è importante lasciare che i pescatori prendano le proprie decisioni, è importante anche per il governo di lavorare con la popolazione locale nella gestione delle attività di pesca.

Conclusioni
La Pesca eccessiva e la perdita di specie nel lago Malawi è un problema serio causato da una combinazione di alta crescita demografica , povertà dilagante , e di altri fattori economici . Perché è una questione così complessa , soluzioni efficaci richiedono un approccio multiforme . Anche se una corretta gestione della pesca è fondamentale , questi fattori sottostanti devono essere affrontati simultaneamente o qualsiasi miglioramento della situazione sarà solo superficiale . Le mutevoli condizioni della pesca influenzeranno il benessere sociale ed economico di molte persone che vivono nelle zone di riva del lago e le principali città del Malawi.Alcune di queste soluzioni non possono essere politicamente sostenute.
Immagine


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12411
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Stefano » 02/04/2015, 18:16

Grazie della Condivisione...articolo interessantissimo e che fa riflettere molto.
Me lo sono letto tutto...e confermo sempre di più la mia teoria che a sto punto credo che i nostri pesciotti stiano meglio nelle nostre vasche che in Natura nel loro Habitat naturale...almeno è vero che noi gli diamo lo spazio minimo necessario per vivere...ma almeno noi li curiamo,li coccoliamo e li nutriamo ottimamente e forse riusciamo anche a portali dalla nascita, fino alla morte naturale per vecchiaia..
Se continuano di questo passo tra un paio d'anni quei fantastici laghi saranno privi di fauna.
Quando sento dire....beh !!! i pesci sono abituati a vivere nel lago e noi li chiudiamo in 4 vetri...!!!
Beh a sto punto, meglio nei nostri 4 vetri, che nei laghi che ogni giorno i pesciotti si svegliano senza sapere se arriveranno alla sera,un po', per il processo della catena alimentare quindi " preda grande mangia preda più piccola "...ma soprattutto perché sono a rischio pescaggio da l'uomo e poi finiranno sulla brace.


By Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!


Avatar utente
Salvatore
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1837
Iscritto il: 11/04/2014, 17:59
Reputation: 10
Località: Roma
Cosa allevi: TANGANICA
Allevo pesci dal: 2009
Contatta:

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Salvatore » 02/04/2015, 18:46

Il problema che forse è sottovalutato è che la colpa è anche "nostra" che compriamo esemplari Wild. Mica è solo dei pescatori che pescano per nutrirsi

Salvatore


Avatar utente
AULO73
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2236
Iscritto il: 18/04/2014, 13:05
Reputation: 88
Località: Mormanno CS
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1993

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda AULO73 » 02/04/2015, 18:56

Fa pensare certamente quest'articolo...grazie della condivisione Antonio! nella più pessimistica delle ipotesi,magari questi stupendi ciclidi nuoteranno solo nelle nostre vasche,altro che 4 vetri! l'altra faccia della medaglia....allevarli proprio per preservarli da un futuro incerto! noi tutti speriamo che questi variopinti pesci continuino a nuotare nei grandi laghi dell'africa....nel nostro piccolo iniziamo a non comprare pesci con la dicitura wild.
LUIGI


Avatar utente
Salvatore
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1837
Iscritto il: 11/04/2014, 17:59
Reputation: 10
Località: Roma
Cosa allevi: TANGANICA
Allevo pesci dal: 2009
Contatta:

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Salvatore » 02/04/2015, 19:11

AULO73 ha scritto:Fa pensare certamente quest'articolo...grazie della condivisione Antonio! nella più pessimistica delle ipotesi,magari questi stupendi ciclidi nuoteranno solo nelle nostre vasche,altro che 4 vetri! l'altra faccia della medaglia....allevarli proprio per preservarli da un futuro incerto! noi tutti speriamo che questi variopinti pesci continuino a nuotare nei grandi laghi dell'africa....nel nostro piccolo iniziamo a non comprare pesci con la dicitura wild.

Bravo Luigi proprio così.

Salvatore


Avatar utente
AULO73
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2236
Iscritto il: 18/04/2014, 13:05
Reputation: 88
Località: Mormanno CS
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1993

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda AULO73 » 02/04/2015, 20:12

Salvatore ha scritto:
AULO73 ha scritto:Fa pensare certamente quest'articolo...grazie della condivisione Antonio! nella più pessimistica delle ipotesi,magari questi stupendi ciclidi nuoteranno solo nelle nostre vasche,altro che 4 vetri! l'altra faccia della medaglia....allevarli proprio per preservarli da un futuro incerto! noi tutti speriamo che questi variopinti pesci continuino a nuotare nei grandi laghi dell'africa....nel nostro piccolo iniziamo a non comprare pesci con la dicitura wild.

Bravo Luigi proprio così.

Salvatore

Grazie Salvo.....ho sempre pensato che è meglio un Caeruleus F350000,che uno pescato nel lago! questo è il messaggio che dovrebbe passare e non sentirti dire che ormai ha perso le caratteristiche di specie e snobbarlo.....beh,a buoni intenditori poche parole..... ;)
LUIGI


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12411
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Stefano » 02/04/2015, 20:25

AULO73 ha scritto:
Salvatore ha scritto:
AULO73 ha scritto:Fa pensare certamente quest'articolo...grazie della condivisione Antonio! nella più pessimistica delle ipotesi,magari questi stupendi ciclidi nuoteranno solo nelle nostre vasche,altro che 4 vetri! l'altra faccia della medaglia....allevarli proprio per preservarli da un futuro incerto! noi tutti speriamo che questi variopinti pesci continuino a nuotare nei grandi laghi dell'africa....nel nostro piccolo iniziamo a non comprare pesci con la dicitura wild.

Bravo Luigi proprio così.

Salvatore

Grazie Salvo.....ho sempre pensato che è meglio un Caeruleus F350000,che uno pescato nel lago! questo è il messaggio che dovrebbe passare e non sentirti dire che ormai ha perso le caratteristiche di specie e snobbarlo.....beh,a buoni intenditori poche parole..... ;)

D'accordissimo.

By Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12411
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Stefano » 02/04/2015, 20:25

Salvatore ha scritto:Il problema che forse è sottovalutato è che la colpa è anche "nostra" che compriamo esemplari Wild. Mica è solo dei pescatori che pescano per nutrirsi

Salvatore

Bravo...

By Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!


Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Re: Preservare il futuro per il Lago Malawi

Messaggioda Antonio87 » 02/04/2015, 21:59

Sono daccordo con voi amici,ma avvolte non possiamo farne ammeno di acquistare esemplari selvatici,ad esempio i miei Vittoriani che detengono sono wild,perchè non se ne trovano manco in natura fra poco,pensate nelle vasche degli appassionati,io penso che acquistand anche esemplari selvatici si possa comunque salvare una futura specie!
Immagine



Torna a “MALAWI: MBUNA/HAPS”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti