cyanophleps Chalinochromis , una nuova specie di pesci ciclidi ( Teleostei : Cichlidae ) dal Lago Tanganica

Ciclidi del lago Tanganica
Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

cyanophleps Chalinochromis , una nuova specie di pesci ciclidi ( Teleostei : Cichlidae ) dal Lago Tanganica

Messaggioda Antonio87 » 11/02/2016, 13:05

cyanophleps Chalinochromis , una nuova specie di pesci ciclidi ( Teleostei : Cichlidae ) dal Lago Tanganica

astratto
cyanophleps Chalinochromis è descritto da nove esemplari, il più grande 129 millimetri SL , da Namansi . Si differenzia dal
altre specie di Chalinochromis in pianura tronco la colorazione , l'assenza di strisce nere sulla testa , le labbra relativamente stretti ,
presenza di denti della mascella tricuspide , e la presenza di cinque anziché quattro dentario lateralis forami . La striscia iridescente blu
sotto l'occhio è condiviso con altri ciclidi lamprologin , ma è più ampio e più cospicuo in C. cyanophleps . Chalinochromis
cyanophleps avviene a profondità tra i 6 ei 45 m di habitat rocciosi lungo la costa della Tanzania del lago Tanganica ,
da Mvuna Isola sud a Kalala Island, un tratto di circa 90 km. osservazioni sul campo sono state fatte di esemplari
fino a 18 cm di lunghezza totale. La sequenza di codice a barre del DNA COI differisce di 1,8% da quella di C. popelini .

Introduzione
L'endemica lago Tanganica genere ciclidi Chalinochromis Poll (1974) comprende attualmente due specie
caratterizzati da profilo di testa ripida e grosse labbra papille. Chalinochromis Brichardi Poll (1974) è stata descritta
Da vicino Magara in Burundi ed è uniforme beige con strisce nere sulla testa e ha un circa
arrotondati pinna caudale. Chalinochromis popelini Brichard (1989) da Moba, sulla costa del Congo è beige con il nero
strisce orizzontali e ha una pinna più o meno emarginate caudale (Brichard 1989; Konings 1998). due ulteriori
le forme sono state riconosciute nella letteratura acquario, e sono considerati sia come specie distinte o variazione di colore
in C. Brichardi o C. popelini, vale a dire. C. "bifrenatus" a righe orizzontali lungo il lato, e C. "ndobhoi" con
serie di macchie lungo il lato (Konings 1998).
Nel 1991 uno di noi scoperto una roccia-dimora ciclidi lamprologin a Ulwile Island sulla costa della Tanzania di
Lago Tanganica, simile nella forma a specie conosciute di Chalinochromis. Si è distinto per le sue dimensioni più grandi e
modello di colore, che è quasi uniformemente scuro, con una striscia blu sotto l'occhio e luccicanti pinne blu
(Karlsson & Karlsson 2012). Una descrizione più lunga illustrata delle specie è stato dato da Karlsson & Karlsson
(2012), in cui l'articolo è stato indicato come Chalinochromis sp. "Vene blu". L'analisi morfologica mostra che la
Specie scuri da Ulwile Isola si discostano notevolmente da entrambi C. Brichardi e C. popelini non solo nel colore, ma
anche nella forma della bocca e dentatura. L'obiettivo di questo lavoro è quello di fornire una descrizione formale del
nuove specie

materiale e metodi
I campioni sono stati raccolti da immersione , utilizzando una rete di 1x5 m , maglia dimensioni 10 mm, con galleggiante e piombo inferiore , e
anche piccola rete a mano. I campioni sono stati fissati in formalina e conservati in etanolo al 70% . Prima della fissazione del diritto
pelvico è stato rimosso da una provetta e posto in etanolo al 95% per l'analisi del DNA .
Le misurazioni ei conteggi sono stati registrati come descritto da Roberts & Kullander (1994) e Kullander et al.
(2012). La lunghezza del peduncolo caudale è misurata dalla base della ultimo raggio della pinna anale a metà
la base della pinna caudale. Scale in una fila longitudinale comprendono la bilancia della linea laterale superiore seguiti da quelli
della riga orizzontale contenente la linea laterale inferiore, iniziando con la prima scala nella riga obliqua (pendenza
rostrad e ventrad) accanto alle spalle che contiene l'ultima scala della linea laterale superiore. linea laterale scale sulla
pinna caudale non sono conteggiati. Conti di scale linea laterale includono tutte scale fino al posteriormost canale portante
scale nella linea laterale superiore, e alla scala canale portante anteriormost nella riga laterale inferiore. Ciò significa che,
specialmente nella linea laterale inferiore, il conteggio può comprendere varie scale da cui fosse neuromast o canali ossei
sono assenti. conta vertebrale e conti di raggi della pinna in pinne impari sono state prese da X-radiografie. Vertebrale
conta includono l'ultima metà-centrum. I denti sono stati contati in fila esterna su un lato (prevalentemente il lato sinistro)
della mascella superiore ed inferiore. Conti di raggi caudali-pinna includono i raggi procurrent non segmentati, il marginale
ray segmentato ramificato, ei raggi ramificati separati da punti, conti di lobo superiore e inferiore separati
da un segno più. X-radiografie sono state fatte su carta Kodak X-OMAT pellicola V utilizzando una bassa tensione unità di raggi X Philips MG-105.
dati morfometrici sono stati gestiti e analizzati utilizzando IBM Statistiche 21 (IBM 2012), tranne che il principale
analisi delle componenti (PCA) delle misure è stato realizzato utilizzando una procedura separata per la tranciatura dei componenti,
partialling i residui dimensioni multivariati del secondo e ulteriori componenti come descritto da Humphries et al.
(1981). L'analisi PCA è stata fatta con dati di misurazione log-trasformata al decimo di millimetro in un
matrice di covarianza, e senza rotazione. sequenze di DNA sono state ottenute come descritto da Fernholm et al. (2013).
Abbreviazioni: NLF0 = neurocranial linea forame laterale 0; SL = Lunghezza standard. I campioni e tessuti
campioni studiati sono depositati nel Museo Svedese di Storia Naturale, Stoccolma (NRM).
specie non descritte sono designati con i nomi comunemente utilizzati nel commercio dell'acquario, e tra virgolette per segnare
che non sono disponibili come nomi scientifici: Chalinochromis "ndobhoi", e C. "bifrenatus", quest'ultimo noto anche
come "Kipili."

cyanophleps Chalinochromis, nuove specie
(Figure 1-5;. Tabella 1)
TIPO DI MATERIALE. Olotipo. NRM 11993, femmina adulta, 113,7 millimetri SL. Tanzania, Rukwa Regione, Nkansi Distretto,
Lago Tanganica, sponda occidentale del villaggio Namansi, profondità di 5-10 m, 7 ° 37'15 "S, 30 ° 39'24" E. 22 maggio 2008. M.
Karlsson e M. Karlsson. Paratipi: Tutti con stessi dati olotipo. NRM 59606, femmina adulta 111,2 millimetri SL;
NRM 59607, 5 maschi adulti, 103,3-129,3 mm SL, 2 femmine adulte, 108,7-111,5 mm SL.
Diagnosi. Distinto da Chalinochromis Brichardi dal colore marrone fianco al grigio scuro contro beige o luce
grigio (Fig. 1); marrone scuro (blu cospicua nella vita) striscia sotto l'occhio, contro contrasto strisce verticali nere sulla testa
(Fig. 1); iris e l'anello occhio in parte arancione, contro il colore arancio non o solo debolmente visibile; macchia opercolare vs assente
prominente (Fig. 1); macchia nera posteriormente nella pinna dorsale assente vs presente (Fig. 1); pinne dorsali e caudali scuro
con puntini bianchi vs. pallido e puntini assente (Fig. 1); macchia nera alla base della pinna pettorale-assente vs presente (Fig. 1); Di Più
denti nella mascella superiore (13-16 vs 5-10 in hemiseries), e la mascella inferiore (17-26 vs 2-3 in hemiseries); e caudale snella
peduncolo (profondità 9,9-10,7% SL contro il 11,6-12,4%). Distingue da tutte le altre specie di Chalinochromis di
assenza di strisce e macchie sulla testa (rispetto a oggi); labbra non piegate sopra la mascella adiacente e non insensibile o papillate
sulla superficie esterna delle labbra che vicino a denti (contro le labbra di larghezza e ripiegato premaxilla adiacente e dentario, e più o
meno papillosi ampiamente su superfici aborad) (Figura 2).; presenza di tricuspide denti interno (vs esclusivamente unicuspid);
cinque mandibolare forami lateralis (contro quattro). Distingue da tutte le specie di Altolamprologus, Lamprologus,
Lepidiolamprologus, Neolamprologus, Paleolamprologus e Variabilichromis per numero di spine dorsali-fin
(22-23 vs 14-20, occasionalmente 21); da tutte le specie di fiume Congo Lamprologus di primo raggio della pinna pelvica-lungo
(Vs secondo a raggi terzo più lungo), e la linea laterale scale 37-39 vs 29-37; da tutte le specie di Telmatochromis di
dentatura (dentatura interna per lo più unicuspid contro solo o prevalentemente tricuspide), angolo posterodorsal di opercolo
arrotondato (rispetto a punta), e la parte superiore della mascella sporgente (vs. mascelle uguali); da tutte le specie di Julidochromis di assenza di
bar e bande sul corpo, e le scale in fila longitudinale 37-39 contro 36 o meno.
Descrizione. Sulla base di tutti i campioni in serie tipo. Per aspetto generale, fare riferimento alla Fig. 1. Le misure sono
riassunte nella Tabella 1. Elongate, moderatamente compresso lateralmente. Tronco anteriormente ellittica in sezione trasversale,
posteriormente più compresso; lati verticali, dorso e ventre arrotondato. Testa relativamente breve; contorno frontale pida, ascendenti diritto o leggermente ricurvo, fortemente curvo sopra orbita, unendo su base di dorsale pinna dritto
contorno. In entrambi i sessi un basso anteriore rigonfiamento morbido al dorso-fin origine. spazio interorbitale largo, convesso; capo
contorno ben rimosso dall'orbita. Orbit laterali, nel bel mezzo di lunghezza di testa, a metà dorsale della testa, ben distante da
bocca da una profonda osso lacrimale. Eye esposto in vista dorsale di testa, non esposto alla luce ventrale della testa. Ventrale
profilo quasi dritto, orizzontale; anale-fin base leggermente ascendente. contorni peduncolo caudale leggermente ristretto
a metà. Muso corto, smussato. Bocca basso, a contorno ventrale, relativamente piccolo, più stretto di spazio interorbitale;
mascella superiore sporge leggermente prima mascella breve inferiore. processi ascendenti del premaxilla non raggiungere l'orbita.
Mascella non raggiungendo a verticale dal margine anteriore dell'orbita. Mandibola articolazione anteriore a verticale da
margine anteriore dell'orbita. Narice situato a un terzo la distanza dal margine orbitale alla punta della mascella superiore. Labbra (Fig.
2A) relativamente stretta, di spessore; piega del labbro inferiore ampiamente interrotto anteriormente. Labbra morbide tranne vicino ai dentidove la superficie irto di breve papille simile al tessuto in campo dentata di mascelle.

I raggi dorsale pinna XXII.7 (1), XXII.8 (7), XXIII.7 (1). Prima dorso-pinna colonna vertebrale 1/3 lunghezza scorso, inserito sopra
opercolo; spine subeguali dal sesto, a poco a poco un po 'più a lungo per ultima colonna vertebrale; raggi molli dorso-pinna tutti ramificata o prima
ray non ramificato, gradualmente leggermente più lungo al quinto o sesto, oltre il quale più breve; porzione morbido termina in punta acuto
¼ ad oltre metà del pinna caudale. Anal-fin raggi VI.6 (4), VII.7 (5). Prima spina anale-FIN inserita opposto
antepenultimate dorso-fin colonna vertebrale; spine gradualmente crescente in lunghezza per durare; Raggi anali-pinna molli tutto ramificato,
aumentando in lunghezza terzo o quarto raggio, posteriore raggi più brevi; porzione morbido termina in punta aguzza o smussato a
caudale pinna base o, di solito a ¼ a oltre metà del pinna caudale. raggi pettorali-aletta 12 (8), 13 (1). Pinna pettorale breve,
non del tutto arrivando a verticale dalla papilla genitale; arrotondata, quinto raggio più lungo. Pelvico pinna lunga, raggiungendo base del terzo
o quarta colonna vertebrale anale-fin; appuntito, ramo esterno o altrettanto lunghi rami di primo raggio più lungo, i raggi interni gradualmente
più breve. margine posteriore Caudal-fin arrotondata o con breve apice retta verticale o leggermente rientrato mediale. Caudalfin
raggi viii.i.7 + 7.i.vii (5), viii.i.7 + 7.i.viii (2), ix.i.7 + 7.i.viii (1), ix.i. 7 + 7.i.ix (1)
Scale in fila longitudinale 37 (2), 38 (5), 39 (2). Tronco scale moderatamente grande, ctenoid, con margine libero.
Guancia nudo. Predorsale scale minuto, cicloide, incorporato nella pelle spessa; squamation estende anteriormente a leggermente
posterior a orbite. Campo di minuto incorporato, scaglie cicloidi esteso posteriormente sul lato tra parte anteriore
dorsale linea di pinne e laterale. petto laterale scale minuto, cicloide, incorporato, squamation esteso lungo addominale
lato. Linea mediana addominale scale piccolo, circa la metà le dimensioni di scale fianco, con margine libero, cicloide o debolmente ctenoid;
piccole scaglie cicloidi intorno all'ano e papilla genitale, e fiancheggiando inizio della pinna anale. la metà anteriore
zona prepelvic nudo, posteriormente minuto incorporato scale cicloide. Superiore di distanza in linea laterale dalla base della pinna dorsale,
anteriormente a circa 12-15, posteriormente al 1-1½ scale; raggiungendo posteriormente al di sotto ultimi raggi di pinna dorsale non,ha continuato a peduncolo caudale. bilance linea laterale (superiore / inferiore + pored scale) 29/9 + 17p, 29/10 + 15p, 29/10 + 17p, 29 /
11 + 17p, 30/11 + 18p, 31/13 + 13p, 32/10 + 8p, 32/12 + 17p, 33/10 + 15P, ogni conteggio unico. linea laterale inferiore raggiungendo
l'ora di sopra pinna anale spinoso, anteriore a quella continuata da scaglie sparse pored o brevi file di scale pori
raggiungendo quasi a cleithrum. Due file di squame separano linee laterali superiori e inferiori in cui sovrapporre sopra
pinna anale. Circumpeduncolari scale 16 (9), di cui 7 sopra e sotto 7 linee laterali.
pelle spessa lungo di base dorso-pinna, da anteriore 1/3 o mezzo di base della pinna contenente scaglie cicloidi minuto;
scaglie cicloidi minute a 1-2 file basale su posteriori membrane interradiale di parte spinoso e tutti morbido
porzione, al massimo estendentesi lungo metà del raggio della pinna. pinna anale con simili squamation basale. pinna caudale coperto da
denso strato di scaglie ctenoidi minuti, lasciando nudo unica parte posteriore della tre membrane interradiale centrali, e
posterior margine di pinna. Scale assente dalle pinne pelviche e pettorali.
Rastrelli branchiali sparse, corto, snello, villiform, 0 + 1 + 3 (1), 1 + 1 + 3 (3), 2 + 1 + 2 (2), 2 + 3 + 1 (1), 2 + 1 + 4 (1), 3 + 1 + 3 (1).
Microbranchiospines presenti esternamente sul secondo attraverso archi quarto Gill. Bassa faringea dente piastra (Fig. 3)
ampia, più largo che lungo; dentata cardiform superficie. denti faringei eretto, snello, compressa, denso, solo poco
differenza di lunghezza tra più grande (posteromedian) e piccolo (ultralateral); la maggior parte dei denti smussati con distinta
affilato caudale diretto cuspide posteriore; banda stretta posteriormente di denti uncinati con ripiano anteriore bassa e più a lungo
cuspide posteriore antrorse. pori Coronalis (NLF0) singolo. Cinque lacrimale lateralis aperture; infraorbitals 2-5 assenti,
sostituito da una serie di neuromasti liberi, infraorbitario 6 (dermosphenotic) assente. Cinque i pori sopraorbitali tra cui
pori nasali; 4 pori pterotic, un comune con più bassa di 4 pori extrascapular. Cinque mandibolare, 2 anguloarticular,
e 6 pori preopercolare.6 pori preopercolare.
denti laterali in mascella superiore relativamente grandi, canini leggermente ricurve; anteriormente su ogni lato leggermente allargata
stout dente canino seguita da due canini leggermente più piccole. denti interne in entrambe le mascelle in circa due serie,
limitato alla parte anteriore della mandibola, molto breve, solo punte emergenti, per lo più ricurvo, caniniform o con le punte appiattite
molto più stretta di base; denti interno vicino alla sinfisi po 'più grandi e spesso tricuspide, con brevi
cuspidi laterali che emergono dalla base della mediana punta stretta. denti laterali in mascella inferiore molto brevi, contrastanti in termini di dimensioni
con denti anteriori comprendenti un grande dente caniniform ricurvo seguiti symphysially da una simile ma leggermente
corto dente. denti esterni a bassa procumbent mascella, in parallelo contorno testa ventrale, ma punte fortemente ricurve.
Serie di denti caniniform allargata a mascella superiore formano una curva, mentre quelli in mascella inferiore formano una trasversale,
palizzata dritto. Maggiore dente allargata caniniform su ogni lato in entrambe le mascelle ha cuspide diretto leggermente latera

colorazione live (Figg. 4-5 ) . Pinne bluastro ; pinna dorsale con un margine blu brillante , ha continuato a margine dorsale
pinna caudale . Sotto gli occhi una striscia iridescente blu . Iris e occhio anello in parte arancione o giallo . Una lucentezza bluastro forma un debole
neon striscia blu lungo centro del lato da un po ' posterior all'apertura branchia di origine sopra anale -pinna. Epithel
contenente banda dente interiore in entrambe le mascelle gialli. I sessi condividono la stessa colorazione dal vivo . Nessuna variazione di colore
modello è stato osservato in C. cyanophleps . In alcune località ( Mvuna Island, Kisi Island, e Kalala Island)
i minori sono stati osservati insieme con gli adulti . Il loro modello di colore era simile all'adulto , ma in aggiunta alcuni
barre verticali di colore marrone scuro erano visibili .

morfometria comparativi . morfometria comparativo è stato condotto su otto esemplari di C.
cyanophleps ( Tabella 1 ) e 14 esemplari di C. Brichardi ( Tabella 2). Un esemplare di C. cyanophleps (NRM 59606 )
è stato escluso dalla analisi morfometrica in quanto mostra segni di rallentamento della crescita. L'intervallo di lunghezza standard è non sovrapposte .
Tutti cyanophleps C. sono più lunghe ( 103,3-129,3 mm SL ) rispetto alla C. Brichardi ( 62,3-94,2 mm SL ) , e biplot analisi non escludono la possibilità che le differenze proporzionali tra i due campioni possono riflettere la
diverse campate di lunghezza . In proporzioni , l'aspetto più robusto di C. Brichardi e l'aspetto più snello di C.
cyanophleps si riflette in proporzioni peduncolo caudale (Tabelle 1-2 : profondità 11,6-12,4 % SL in C. Brichardi vs.
9,9-10,7 % in C. cyanophleps ; lunghezza 15,3-17,4 % SL in C. Brichardi contro il 16,9-20,3 % in C. cyanophleps ) . il
Analisi delle Componenti Principali ( Fig . 6 , Tabella 3 ) separa le due specie di profondità del corpo , profondità preorbital , più bassa
la lunghezza della mascella , la lunghezza pettorali -fin , e caudali lunghezza del peduncolo . Questi sono anche misurazioni che mostrano considerevole
variazione individuale , in particolare all'interno C. cyanophleps . osservazioni sul campo suggeriscono che C. cyanophleps possono raggiungere
lunghezza totale di circa 18 cm, mentre C. Brichardi raggiunge solo circa 14 cm Lunghezza totale

Immagine
Figura 1. Un cyanophleps Chalinochromis , olotipico , NRM 11993 , femmina adulta , 113,7 millimetri SL . Lago Tanganica : Namansi ;
B C. Brichardi , NRM 59629 , maschio adulto , 94,2 millimetri SL . Lago Tanganica : Cape Kabogo .


Immagine
Figura 2. aspetto Anteroventral di punta del muso per mostrare differenze di sviluppo delle labbra . Barre di scala 1 mm. A Chalinochromis
cyanophleps , NRM 59607 , 111,1 millimetri SL , lato destro , invertita. B C. Brichardi , NRM 59629 , 94,2 millimetri SL , lato destro , invertita.
Inserire mostra rivestimento giallo di mandibola in C. cyanophleps vivente ; individuo non conservato.


Immagine
Figura 3. cyanophleps Chalinochromis , NRM 59606 , 111,2 millimetri SL , minore faringeo mascella. Un aspetto occlusale ; B primo piano di
Denti in aspetto occlusolateral .


Immagine
Figura 4. cyanophleps Chalinochromis in habitat naturale a Namansi , località tipo , profondità 8 m .

Immagine
Figura 5. cyanophleps Chalinochromis , coppia di allevamento nel loro nido a Kisi Isola , profondità 12 m .

Distribuzione geografica e habitat. Conosciuto solo da una piccola parte della costa della Tanzania del lago
Tanganyika (Fig. 7). esemplari conservati sono da Namansi (Fig. 8). Un sondaggio di immersione nel 2008 ha trovato C.
cyanophleps lungo la costa della Tanzania da Mvuna Isola sud a Kalala Island, un tratto di circa 90 km. Era
osservato in tutte le isole del sud della zona Kipili (Mvuna, Lupita, Ulwile), e tutte le isole e scogli lungo la
costa in Kala Bay e intorno Kalala Island (Kisi Island, Lupote Rocks, Kashia Isola, Yamsamba Island, Lwilwi
Isola, Kauchi Island, Rocce Semwe, Popo Rocce e Fulwe Rocce), con l'eccezione di Lyapinda rocce dove
l'habitat è apparso non ottimale.
cyanophleps Chalinochromis è un criptico, pesce timorosa occupando aree rocciose con grandi rocce o massi. esso
è stato osservato nelle parti più scure del biotopo, in anfratti e grotte oscure (Fig. 5), ed è stato spesso visto nuotare
pancia in su contro il tetto della grotta. Era molto raramente in aree aperte. Si è verificato ad una profondità compresa tra i 6
e 45 m. Di solito sono stati osservati solo individui o coppie singoli. La specie è stato visto spesso insieme con
Julidochromis regani e paracyprichromis nigripinnis, a volte anche con Chalinochromis "bifrenatus".
Chalinochromis "bifrenatus" si verifica nella zona sud-orientale del lago Tanganica, ed è simpatrica
con C. cyanophleps tra Mvuna Island e Kala Bay a Lusekese, che quest'ultima è la località più meridionale per
C. "bifrenatus" in Tanzania.

Discussione
Chalinochromis è stato stabilito come monotipico con C. Brichardi . Poll ( 1974) paragonato a Julidochromis riferimento
fino ai denti conici , suborbitals un- ossificata , e il numero elevato di spine dorsali -fin ( 21-24 ) . per quanto riguarda
caratteristiche che distinguono da Julidochromis , Poll ( 1974) elencati la forma della testa (profilo più elevato ,
discontinua ) , filamentosi pinne pelviche , imperfettamente arrotondati pinna caudale , di spessore , labbra densamente papillifero , genitale
papilla invisibile , particolare modello di strisce nere sulla testa , e il colore del tronco uniforme adulti , giovani con
strisce orizzontali .
Questa diagnosi non riflette correttamente distribuzioni statali carattere all'interno lamprologins , però . Unicuspid
denti e assenza di infraorbitals ossificate sono anche caratteristiche di Neolamprologus . Il contorno frontale ripida e affilato curva sopra gli occhi assomiglia alla forma della testa di diverse specie di Neolamprologus , ad esempio , N. petricola e
N. mondabu . Lunghe , filamentosi raggi pelvici pinna sono noti anche da alcune specie di Neolamprologus , ed entro
che genere di forma caudale pinna varia da perfettamente arrotondato al profondamente emarginate con lunghe stelle filanti . Nel
esemplare di C. Brichardi figurati da Poll (1974 : Fig. 2) appare la pinna caudale danneggiati; nei nostri campioni della forma
varia da subtruncate a arrotondata . La papilla genitale invisibile è probabilmente un errore di osservazione ; genitale
papilla è ben evidente in tutti i campioni di Chalinochromis che abbiamo esaminato . Il modello di colore adulto è
unica per C. Brichardi solo , come altre specie di Chalinochromis variano di modello di colore .

Immagine
Figura 7. delineare la mappa del lago Tanganica che mostra la distribuzione e la località tipo di cyanophleps Chalinochromis e
la raccolta di siti di materiale comparativo di C. Brichardi , C. " ndobhoi " e C. " bifrenatus " .


Immagine
Figura 8. Località tipo di cyanophleps Chalinochromis , sponda occidentale del villaggio Namansi .

Gli unici caratteri distintivi di Chalinochromis possono quindi essere le labbra espanse e il numero ridotto
dei denti. Gli stati di carattere sono assenti in C. cyanophleps, e l'assegnazione generica di questa specie poggia
in gran parte alla somiglianza generale, in particolare la ripida, contorno frontale sollevato, l'occhio ben rimosso dal frontale
contorno, la mascella inferiore scorcio, e denti anteriori procumbent nella mascella inferiore, ma anche dalla elevata
numero di spine dorsali-fin (22-23), che è condiviso con C. Brichardi (22-23, di solito 23), e Julidochromis
(22-24, raramente 21) (Poll 1956 1986). In altre lamprologins, il numero di spine dorsali-fin varia tra 14 e
20 con le registrazioni occasionali di 21 (Poll 1956, Schelly & Stiassny 2004, Büscher 1992), ad eccezione di Telmatochromis
temporale con 19-21 (21 frequente) (Hanssens e Snoeks 2001) e T. brachygnathus con 20-23 (22 modale)
(Hanssens e Snoeks 2003). Non abbiamo effettuare una revisione completa osteologica di Chalinochromis ma notiamo che C.
cyanophleps ha cinque anziché quattro forami lateralis dentario, il secondo numero di un carattere derivato tra
lamprologins (Takahashi 2003) e si trovano in tutte le Chalinochromis tranne C. cyanophleps. I dati preliminari
DNA analisi inequivocabilmente posizionare C. cyanophleps con altri Chalinochromis, e la sequenza di C. ND2
cyanophleps è più simile a quella di C. "Kipili" in Sturmbauer et al. (2010).
Lamprologini è un gruppo monofiletico ben corroborata-in filogenetica morfologica e molecolare
analisi (Day et al 2007;. Stiassny 1997; Sturmbauer et al 2010;. Takahashi 2003). generi Morfologia-based,
basata principalmente sul lavoro di sondaggio (1986), non vengono recuperati in analisi molecolari, tuttavia, e in particolare
Neolamprologus esce parafiletico (Day et al 2007;. Sturmbauer et al 2010).. Le interrelazioni di
Neolamprologus, Chalinochromis e Julidochromis sono chiaramente bisogno di ulteriori analisi.
Nell'analisi della morfologia basata filogenetica di Takahashi (2003) Chalinochromis Brichardi e
ornatus Julidochromis sono recuperati tra lamprologins come sorella taxa sulla base di un carattere unico (a breve
ceratohyal anteriore e interhyal rettangolare senza punta cartilaginei), e uno omoplasia rari (dentario lateralis
forami ridotta da 5 a 4), entrambi i personaggi apparentemente associato con uno scorcio della mandibola. Nel
molecolare analisi dei ciclidi lamprologin di Day et al. (2007) e Sturmbauer et al. (2010), C. Brichardi, C. popelini, C. “ndobhoi”, and C. “Kipili” [= C. “bifrenatus”?], are nested, but not monophyletic, in a clade also
including Julidochromis ornatus, J. dickfeldi, and J. transcriptus.
We have not examined specimens of Chalinochromis popelini. The original description of C. popelini (1989:
286) is restricted to the key to species of Chalinochromis, two photos, occasional comparisons with C. brichardi in
the description of the genus. Thus there is no mention of type material or geographical distribution. Specimens
from Moba on the Congo coast of Lake Tanganyika, were, however, deposited as holotype and paratypes in the
collection of the Royal Museum for Central Africa, Tervuren. The distinguishing characters were the emarginate
(“lyretail”) caudal fin, and the colour pattern with two dark stripes along the side and one along the base of the
dorsal fin. In C. “bifrenatus”, two lateral stripes are present. In populations of C. “bifrenatus” at the coast south of
Lubulungu River and further south to Ikola, including the populations at Lyamembe and Kekese, there is no dark
stripe along the dorsal-fin base, but at Karema and south to Lusekese in Kala Bay, a third dark stripe along the
dorsal-fin base is visible, sometimes only faintly (pers. obs.). As obvious from Brichard’s photographs, C. popelini
is distinguished from all other species of the genus by having a large dark spot at the base of the caudal fin.
Juvenile Chalinochromis brichardi possess two dark horizontal stripes. With increasing size the stripes are
gradually fragmented into dark elongate blotches. In populations around Karilani Island (from Katumba Point
south/southwest to little north of Lubulungu River), adults retain a blotched pattern. These populations have been
recognized as a separate species, ‘ndobhoi’ (Konings 1998). A form occurring on the Tanzanian coast, with light
ground colour, two dark narrow stripes along the side, and rounded caudal fin, has been recognized in the aquarium
hobby as “Chalinochromis bifrenatus”. Brichard (1989) included it in C. brichardi, and Konings (1998) identified
it as C. popelini. Although the trunk and fin colour pattern differs considerably between C. brichardi as described
by Poll, and the “ndobhoi” and “bifrenatus” forms, the dark markings on the head are similar, and the remaining
morphology, including the callous lips and reduced dentition appears to be shared.
Konings (1998: 102; 104, figs. 6–7) illustrated specimens of C. cyanophleps, identifying them as C. popelini,
and commented that sub-adult specimens are indistinguishable from C. popelini. His C. popelini, however,
includes the Tanzanian form with two horizontal stripes but no caudal-fin blotch (C. “bifrenatus”) (Konings 1998:
102; 104, fig. 5), and more recently Konings (2013) considered C. cyanophleps as a distinct species, nicknamed C.
“patricki”cyanophleps Chalinochromis si differenzia da tutti gli altri Chalinochromis nel suo modello di colore complessivo e dentatura.
In particolare, essa ha una bocca più grande con più denti, e le labbra sottili. In C. Brichardi la bocca è piccola e stretta
e in materiale conservato mandibola è in posizione fissa a differenza di C. cyanophleps in cui è articolare. il
labbra di C. Brichardi sono spessi e vistosamente papille (Fig. 2B), e la dentatura prevalere anteriore
grandi canini. I denti interni sono molto piccole, e non c'è fila di denti continuare canini allargate lungo
il margine dentario, ad eccezione di tanto in tanto uno. Altre forme di Chalinochromis sono simili a C. Brichardi in questo
proposito, ma C. popelini dalla località tipo non erano disponibili per l'esame, e le labbra non sono così prominente
in C. "bifrenatus". La linea blu sotto l'occhio è un cospicuo marcatura in C. cyanophleps, ma un simile blu
striscia, più stretto e meno appariscente, viene registrato da diversi altri lamprologins, tra cui C. Brichardi, e
specie di Telmatochromis, Neolamprologus, e Lepidiolamprologus (immagini cf. in Konings 1998).
denti tricuspide sono un carattere comune tra i ciclidi africani non lamprologin, ma tra lamprologins esso
era conosciuta solo dal Telmatochromis, in cui la fila esterna costituita da denti canini unicuspid, e l'interno
file di denti di denti tricuspide. In C. cyanophleps i denti tricuspide sono mescolati con i denti di forma intermedi e
denti unicuspid, e la condizione è quindi intermedio tra la condizione in Telmatochromis e che in altri
ciclidi lamprologin. denti tricuspide non sono stati osservati in altre specie di Chalinochromis.
cyanophleps Chalinochromis aggiunge ad altri lamprologins di colore scuro nella zona Kipili, frequentando la
habitat rocciosi e spesso visto nuotare a testa in giù in fessure. In colore, forma allungata e il comportamento che
assomiglia sia il timidus simpatrica Neolamprologus, e N. furcifer. timidus Neolamprologus è endemica alla
stessa area, e la furcifer N. riferito da Ulwile hanno una pinna caudale più arrotondata oa forma di cuore rispetto tipico N.
furcifer da altrove che hanno una pinna caudale lyreate (Kullander et al. 2014). Anche se le somiglianze potrebbero
riflettere mimetismo, sono state osservate interazioni tra queste specie. Neolamprologus comprende molti altri darkcoloured
specie e specie di Telmatochromis sono di colore scuro. Da tutte e tre generi, tuttavia, ci sono anche
specie con colore di fondo di luce e due o tre strisce scure lungo il lato. Chalinochromis Brichardi è anche
associato con l'habitat roccioso ma a differenza di C. cyanophleps non è molto timido. Si è spesso visto in aree aperte, e anche
in habitat misti con sabbia e ghiaia fondi, che non sono frequentati dai C. cyanophleps.
Immagine


Torna a “TANGANICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite