La biodiversità del Delta del Rio Paranà, Argentina

Ciclidi Americani del SUD
Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

La biodiversità del Delta del Rio Paranà, Argentina

Messaggioda Antonio87 » 11/11/2016, 11:24

Per molti anni, quando si parla di pesci ornamentali, mi chiedo come questo paradiso di specie non è stata meglio riconosciuto e apprezzato. Questo delta argentino è un luogo unico, diverso da qualsiasi altro habitat simile in tutto il mondo. E 'una bella zona umida, un luogo magico con lagune, giungla, praterie e isole galleggianti che si formano nel giro di pochi anni e sono costantemente mutando per dare vita a nuovi biotopi di specie diverse - questo posto è così ricco di biodiversità .

In primo luogo, per apprezzare la dimensione di questo Eden di pesci ornamentali è fondamentale sapere che questo bacino fluviale è la seconda più grande del mondo con una superficie di 3.200.000 km². Si tratta di uno dei più grandi attributi del Sud America con i suoi sistemi idrografici di estremo interesse, vale a dire prima ancora di considerarlo dal punto di vista di un acquariofilo. Il Delta del Paranà è la fase penultima di questo sistema di acqua che termina alla foce di Rio de la Plata.

Immagine
Prima di andare a parlare del Delta, vorrei spiegare un po 'su il fiume Paranà, il protagonista principale nella mia zona di messa a fuoco. È il fiume più lungo 14 ° nel mondo e mobilita un flusso di circa 16000m³ / secondo. La composizione del fiume è estremamente elevata nei sedimenti e comprende sedimenti argillosi circa il 25%, che equivale a circa 45 miliardi di tonnellate all'anno, di cui il 15% è di sabbia (25 milioni di tonnellate / anno) e circa il 60% è di limo (90 milioni tonnellate / anno). Questa grande quantità di solidi sospesi provengono in massima parte dal Rio Bermejo e proviene nelle Ande boliviane ed è questo che ha forma le isole mutanti nel corso di milioni di anni, anche a dispetto degli interventi ha reso la mia umanità.

Immagine

Il Delta del Paraná è una delle molte zone umide esistenti nel territorio argentino, considerando che una zona umida è un'area che rimane in condizioni di piena, o almeno con il suo substrato saturo in acqua per un periodo di tempo prolungato. Caratteristiche di tali luoghi sono substrati suolo idromorfi e flora e fauna che si adattano i substrati mutevoli nonché l'habitat mutevole maggiore.
Il Delta Parana è nato nella città di Diamante, che si trova nel Rios provincia di Entre e questo è dove il cosiddetto "pre-delta", i 2548 ettari estremità National Park, a circa 5 km da Diamante e, infine, termina alla foce di Rio de la Plata. Questo Delta è divisa in tre parti, la Delta Superiore: da Diamante a Villa Constitución, in provincia di Santa Fe, il Delta del Medio da Villa Costituzione alla porta Ibicuy e infine il Delta Inferiore dal Ibicuy alla foce del Rio de la Plata. La lunghezza del Delta del Paraná è 17500Km².
Il Delta del Paranà ha estremamente fauna selvatica, anche se purtroppo ci sono molte specie che o si verificano non più, o semplicemente si verificano in numeri molto piccoli tra le isole, ad esempio. Panthera onca (Jaguar), che ha dato origine al nome del partito della provincia di Buenos Aires, "Tigre" (Tiger), proprio come il fiume che porta lo stesso nome. Altri esempi sono, Jacaré (Caiman), anche se questi sono ora trovano solo nei numeri molto bassi qui, Puma, Lontre, pecari, Maned Wolf e l'Anaconda giallo. La maggior parte di queste creature non si trovano nella regione Parana Delta.

Per quanto riguarda la vita acquatica, questa zona si trova in un epicentro subtropicale potamiche di ittiologia con 182 specie che abitano le sue acque (secondo una ricerca). Molte delle specie del Delta del Paranà hanno notevole importanza all'interno del mio hobby dell'acquario, molti dei quali abbiamo fotografato come parte di questo articolo per condividere con il resto del mondo, la bella biota che esistono all'interno di questo paradiso poco conosciuto in Argentina.

Il clima è relativamente mite, con regolare piovosità media di circa 1016 millimetri per tutto l'anno e una temperatura media annua di 17,4 ° C. La stagione fresca va da metà aprile e termina alla fine di agosto, quando la bella stagione inizia e la temperatura media annuale è di 24,5 ° C. C'è più precipitazioni nella stagione calda ed è molto più secco nella stagione fredda, il grande volume di acqua nella regione contribuisce all'elevata umidità del 75%, questo genera una bassa ampiezza termica e aiuta a sviluppare micro subtropicale umido clima
Le acque che hanno origine nelle regioni subtropicali argentini del Nord, si ritirano in estate con temperature spesso seduti intorno ai 25-26 ° C, ma di tanto in tanto un po 'più alto pure.

San Pedro: Il punto caratteristico della metà Delta.
San Pedro, che è il nome abbreviato per "Rincón de San Pedro de los Dávila Arrecifes". In origine era una piccola città, ma è stata dichiarata una città il 25 luglio 1907 come risultato del suo primo porto, che ha permesso la crescita. E 'appena a nord della provincia di Buenos Aires, lungo il Rio Paranà e nord della foce del Rio Arrecifes. Nessun piccolo fatto è il fatto storicamente significativo che a pochi passi dalla città, la Batalla de la Vuelta de Obligado ha avuto luogo sul fiume Paranà, dove l'Argentina ha ottenuto l'indipendenza dalla Gran Bretagna e dalla Francia.

Immagine
20 Pesos notare con Juan Manuel de Rosas sul fronte

Oltre a San Pedro essere una parte importante nella storia argentina, è anche importante geograficamente come forse la zona più caratteristica del delta centrale. I fornitori mondi di pesci ornamentali da Buenos Aires, la fonte delle loro catture da qui e oggi, diverse specie iconiche sono raccolti in questo settore.Per diversi anni, abbiamo avuto l'interazione costante con il Delta, ma era qui a San Pedro che volevamo venire a documentare gli habitat e fauna ittica in alta definizione.Il nostro obiettivo era quello di andare a fare un weeekend di documentare il maggior numero di specie possibile da questa zona e, anche se il fine settimana non è sempre abbastanza tempo per fare questo, abbiamo sperato di dare acquariofili una buona indicazione della specie che sono i più abbondanti in questo biotopo.

Biotopo: San Pedro:
Abbiamo deciso di provare alcuni modi diversi di pesca. E 'molto normale qui per le persone a pesce per il consumo, nonché la pesca sportiva con il metodo di cattura e rilascio. Abbiamo optato per una grande cornice compensate e regolato la profondità in base ad ogni biotopo come è stato richiesto; abbiamo costruito le reti nella posizione utilizzando i materiali indicati.
Immagine
Uno dei biotopi di San Pedro che noi continuamente incontrato lungo la costa

Abbiamo iniziato facendo una netta incorniciato fornendo solo la giusta profondità di raggiungere fino alla base delle piante galleggianti, con la dimensione classica cornice non è possibile intrappolare i pesci che sono molto veloce e sfuggente.

Immagine
Noi preferiamo sempre di costruire la rete in corrispondenza della posizione al fine di personalizzare le dimensioni per la posizione.

Immagine
Enrique assemblare la rete e il telaio

Immagine
I genitori di pesca nel biotopo sotto l'occhio vigile dei nostri figli, i futuri acquariofili

Parametri mostrano acqua relativamente morbido con conduttività di 239Us, una temperatura nel primo mattino di 25 ° C ed un pH quasi neutro 7,42 causa della composizione alta sedimenti precedentemente menzionato.
Immagine
Possiamo vedere una di acqua dolce di bassa conducibilità e pH leggermente alcalino poco più di 7

Immagine
Il campione d'acqua ci ha permesso di osservare la fiumi elevata torbidità derivante dal l'alto contenuto di sedimenti

Alcuni dei pesci che abbiamo fotografato con nomi comuni indicate tra parentesi.
Immagine
Apistogramma commbrae (chanchita o Chanchito)

Immagine
Australoheros facetus.

Immagine
Tetragonopterus argenteus. (Mojarra)

Immagine
Loricariichthys platymetopon.. (Viejita del Agua)

Immagine
Pimelodella gracilis. (Bagre)

Immagine
Otocinclus affinis. (Limpia vidrios)

Immagine
Odontostilbe paraguayensis (Mojarra)

Immagine
Apareiodon affinis

Immagine
Characidium rachovii (Mariposita)

Immagine
Astyanax sp. (Mojarra)

Immagine
Loricaria tucumanensis (Viejita del Agua)

Immagine
Cheirodon interruptus (Mojarra)

Immagine
Gymnogeophagus meridionalis (Seven Colours, Weeping Chancheta)

Immagine
Corydoras paleatus. (Tachuela, Barre fondo, Limpia fondo)

Immagine
Crenicichla lepidota

Immagine
Immagine
Raphiodon vulpinus

Immagine
Galeocharax humeralis.

Immagine
Charax stenopterus.

Immagine
Phalloceros caudimaculatus. (Madrecita, orillero)

Immagine
Pimelodus maculatus. (Bagre)
Immagine
Cynopotamus kincaidi

Immagine
Crenicichla sp. Male. (cabeza amarga)

Immagine
Pair of Crenicichla sp. anterior. (cabeza amarga)

Immagine
Pterygoplichtys sp.

Immagine
Gymnogeophagus australis

Altri abitanti:
Al di là delle specie di pesci esposti ci sono alcuni che oggi sono noti per essere estinto in questo biotopo e altri che sono invasive, influenzando negativamente l'intero equilibrio della regione.
Alcune specie di animali in pericolo nelle zone umide del Delta del Paraná: (Quintana et al 2002, IUCN 2007 Cappato e Yanoski 2009 Bó et al 2010 DFS-SAyDS del 2010, più alto Ecologista 2010 Guzmán e Raffo 2011, tra.. altri)
Blastocerus dichotomus: Categoria pericolo I - CITES convenzione
Sporophila palustris: In via di estinzione
Sporophila cinnamomea:
Sporophila hypochroma:
Culicivora caudacuta:
ruficollis Sporophila: vulnerabile
Sporophila hypoxantha:
pettorale Polystictus:
maluroides Spartonoica:
Asthenes hudsoni:
holocericeus Amblyramphus:
Coturnicops notatus: Dati insufficienti
Xolmis dominicanus: Endangered
Leopardus geoffroyi: potenzialmente vulnerabili, Categoria I - CITES convenzione
Lontra longicaudis: Endangered & Categoria I - CITES convenzione
Anisolepis undulatus:
Chthonerpeton indistinctum: Vulnerabile
Argenteohyla siemersi: Dati insufficienti
Leopardus geoffroyi: Gato montés Riesgo bajo, potencialmente vulnerabili, categoría I de La Convención de CITES
Hydrochoerus hydrochaeris: Carpincho Riesgo bajo, potencialmente vulnerabili
Elachistocleis bicolore: Sapito narigudo Datos insuficientes
Leposternon microcephalum: Víbora de dos Cabezas Distribución restringida
Coturnicops notatus:
Phragmites australis Fiume canna / canna utilizzato in lavori sperimentali per il trattamento delle acque reflue - invasiva (. Goveto et al 2008)

Aree protette di questa regione:
Ci sono quattro aree protette in questa regione, questi sono: La Reserva Natural Integral, una superficie di circa 1500 ettari, la Reserva de uso più "Isla Botija", che ha circa 759 ettari, La Reserva Natural de Objetivo Definido "Isla Martín García ", che dispone di 180 ettari ed è anche un importante riserva di uccelli chiamato AICA BA06, la riserva naturale per le specie ittiche, la Reserva Íctica naturale" Rio Barca Grande ". Il dominio comunale è anche riconosciuto a livello internazionale come Riserva della Biosfera, il "Delta del Paranà" settore nel comune dell'isola di San Fernando che detiene una superficie di 78030 ettari e vi è anche una riserva privata nota come Bajos del Temor, che è di proprietà del Riserva Fondazione Argentina.
Mentre queste riserve sembrano proteggere il sito, molti controlli non sono rigorosi e spesso diversi settori sono colpiti dalla scarsa tutela della loro non avere o di insufficiente controllo, questo può essere visto ad esempio a La Reserva de uso più "Isla Botija", in cui sviluppo urbano lavoro è stato permesso di prendere posto.
Immagine


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12411
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

La biodiversità del Delta del Rio Paranà, Argentina

Messaggioda Stefano » 11/11/2016, 11:35

Grazie Antonio....interessantissimo

Ciao...Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!


Avatar utente
Nico
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3926
Iscritto il: 17/04/2014, 6:49
Reputation: 47
Località: Tivoli (RM)
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 2008

La biodiversità del Delta del Rio Paranà, Argentina

Messaggioda Nico » 11/11/2016, 13:30

Grazie come sempre per il tempo che dedichi al forum

Inviato dal mio HUAWEI CRR-L09 utilizzando Tapatalk
Nico


Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

La biodiversità del Delta del Rio Paranà, Argentina

Messaggioda Antonio87 » 11/11/2016, 16:05

Grazie raga zzi :amici:
Immagine



Torna a “AMERICA DEL SUD”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite