Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Ciclidi del lago Tanganica
Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Antonio87 » 02/11/2015, 15:08

Immagine

Ragazzi volevo introdurvi un rispettoso articolo scritto da Wolfgang staeck,uno dei padri conoscitori di questa bellissima specie endemica del lago tanganyka.

Nella prima parte studieremo tale specie nel suo habitat,approfondendo poi la storia.
Nel 1958,esattamente mezzo secolo fa,i primi ciclidi in diretta dalla genere Tropheus sono stati importati come pesci d'acquario in Europa.Dando uno sguardo d'insieme nel passato,esattamente 50 anni fa,possiamo affermare che stava nascendo un interessante capitolo della storia di questo magnifico hobby,ma si evolveva anche la tecnica della ricerca ittiologica.
Anche se molti ciclidi interessanti e colorati sono regolarmente importati dal lago Tanganica,gli hobbisti che si specializzano in questi pesci sono sempre concentrati sul genere Tropheus.Questo è piuttosto sorprendente,i Tropheus non sono pesci consigliati per acquariofili inesperti a causa di due caratteristiche principali :

1) un'aggressività estremamente elevata verso gli individui conspecifici.
2) la loro predisposizione a determinate infezioni del tratto intestinale.

[/u]Di conseguenza,lievi errori possono immediatamente causare amare delusioni.I tropheus,inoltre,non hanno una buona considerazione di mercato,anche se questo sembra essere un particolare incentivo per gli hobbisty che acquistano i tropheus.

Storia della scoperta
I primi pesci del genere Tropheus sono stati inviati in Europa alla fine del 19 °secolo. Sono stati tre esemplari morti che il Prof. JES Moore aveva catturati per il British Museum nel 1895 e 1896, che sono stati poi successivamente utilizzati dall'ittiologo GA Boulenger per pubblicare la descrizione scientifica del tropheus moori nel 1898. Mezzo secolo dopo, nel 1956, Max Poll pubblica la prima descrizione dei colori di un esemplare vivo. Entro la fine del 1950, numerose popolazioni isolate di Tropheus con diversi modelli di colorazione sono state scoperte nel lago Tanganica. Nel 1959, Marlier distingue tra quattro varietà di colore nero-, arancio, giallo, e rosso. E nel 1962, Matthes scopre cinque varianti aggiuntive nella parte settentrionale del lago.
Dal 1974 in poi, quando un gruppo di acquariofili tedeschi fecero un viaggio a Kigoma, in Tanzania,fecero numerose scoperte e spedizioni ittiche,e la ricerca di nuovi pesci d'acquario han portato alla scoperta di numerose nuove varietà di colori. All'inizio del 1975, un altro gruppo di acquariofili tedeschi è andato alla parte meridionale del lago per la ricerca di nuovi ciclidi in Zambia. Il loro soggiorno a Kasaba Bay nel Parco Nazionale Sumbu è una data importante per la storia della esplorazione del lago in quei giorni, hanno scoperto numerosi ciclidi colorati endemici in Zambia, e tra loro vi erano molti interessanti Tropheus,specie dapprima sconosciute (Staeck , 1975). Queste scoperte hanno spinto molti importatori di pesci d'acquario per portarli in Europa.
Tuttavia, i primi esemplari vivi di Tropheus erano già stati importati in Germania nel 1959 (Ladiges 1959, Chlupaty, 1961). Il proprietario dell'Acquario di Amburgo in Germania li catturò nelle vicinanze del villaggio di Bemba, che si trova sulla costa nord-ovest del lago Tanganica, nella Repubblica del Congo. Dal momento che non c'era quasi una totale mancanza di informazioni sulle peculiari esigenze ecologiche di questi ciclidi, al momento,il suddetto moriva troppo radipamente,a causa di scarsa manutenzione e inadatta alimentazione.Il Tropheus di questo locale noto come "varietà arancia" e utilizzati da Wickler (1963; 1965; 1969) per i suoi studi comportamentali non-è un tipo di T. Moorii secondo recenti scoperte, ma una specie separata.
Dieci anni passarono prima che la specie Tropheus fu importata in Europa. Nel 1971, Pierre Brichard (che originariamente aveva esportato i pesci d'acquario dal Congo, ma spostato in Burundi alla fine del 1960) ha iniziato a spedire i ciclidi del tanganykan; spesso tra loro c'era il genere Tropheus,la specie che si verifica a Rutunga Nei prossimi anni, alcuni Tropheus da Kigoma (Staeck, 1974) e le prime esportazioni delle popolazioni colorate da Zambia ha raggiunto la Germania, che ha innescato un vero e proprio braccio di ferro in germania per la concorrenza di tale specie.

Fino alla fine degli anni 1980, la maggior parte della popolazione dei Tropheus erano considerati razze geografiche o varietà di colorazione di T. Moorii, ma diversi studi scientifici recenti pubblicati a partire dal 1992 hanno concluso che questa nozione non è vera.L'analisi e il confronto mitocondriale di DNA di differenti popolazione di Tropheus (Sturmbauer & Meyer, 1992; Baric e al, 2003;.. Sturmbauer e al, 2005) forni nuovi approcci per una migliore comprensione dell'evoluzione delle Specie e un futura revisione tassonomica del genere.I risultati di questi studi genetici erano che v'erano divergenze genetiche diverse tra loro,ovvero circa 100 popolazione di colore diverse,che in origine sono stati descritti come varietà di colorazione di T. Moorii. Alcuni di loro devono essere considerati, specie non descritte.Nei T. Duboisi, il grado di divergenza genetica è così alta che un nuovo genere sarà probabilmente descritta per questa specie in futuro (Sturmbauer al., 2005).

Tuttavia, fino ad ora, tutti questi risultati non avevano conseguenze per la tassonomia del genere Tropheus.I risultati degli studi genetici sono stati riportati (Schupke, 2003), ma non ci furono conseguenze. A causa dei molto modelli di distribuzione delle diverse linee e specie, la maggior parte degli acquariofili di solito continuano a prendere in considerazione tutti i Tropheus come varianti semplici di T. Moorii e li distinguono tra loro facendo riferimento ai loro siti di raccolta.

La specie dei Tropheus nel sistema zoologico:
Oltre a T. moorii, tassonomisti distinguono cinque altre specie del genere Tropheus, che appartiene alla tribù Tropheini secondo Poll (1986): T. annectens Boulenger 1900, T. duboisi Marlier 1959 T. Brichardi Nelissen & Thys van den Audenaerde hys 1975, T. kasabae Nelissen 1977 e T. Polli Axelrod 1977.
A differenza di tutte le altre specie,che hanno tra i cinque e le sette spine sulla loro pinna anale, entrambi T. Annectens (specie uniformemente scuro Bruno dalla centralissima West Coast) e T. Polli (distribuito sulla costa centro orientale) ne hanno solo quattro. Una caratteristica di T. Brichardi, che si verifica in Burundi, è una macchia di colore giallo sotto la parte anteriore della sua pinna dorsale.

La descrizione di T. Kasabae da Nelissen, che si basava su campioni che ha ricevuto dal commercio, pone interrogativi.Secondo la spiegazione dell'autore, i campioni sono stati catturati in Kasaba Bay in Zambia ed esportati da Misha Fainzilber, con il quale sono stato in stretto contatto in quei giorni. Tuttavia, la stazione di esportazione di Fainzilber si è basata a Dar es Salaam in Tanzania, e non ha mai preso o esportato i pesci d'acquario dallo Zambia. Una foto di T. Kasabae della Nelissen e il suo riferimento ad una delle mie pubblicazioni (Staeck, 1975) danno prove attendibili che la sua descrizione non riguarda la popolazione dei Tropheus che si verificano in Kasaba Bay, ma un altro noto come "moorii arcobaleno", che è distribuito più a sud vicino a Cape Chaitika.
La località dei T. Moorii è Kinyamkolo. Questo villaggio, situato in Zambia all'estremità meridionale del lago Tanganica, è conosciuta come Mpulungu oggi. Tutti i siti di raccolta confermati di questa specie si trovano sulla costa orientale, tra questa località (Kumbulu Island, Mutondwe Island) e la vicinanza del Kala, nel sud della Tanzania (Sturmbauer & Meyer, 1992). La prima foto a colori di un esemplare dalle vicinanze di Mpulungu è stato pubblicato a metà degli anni 1970 (Staeck, 1975). I primi esemplari vivi di T. Moorii sono stati importati in Germania nel 1978.
La colorazione dei T. Moorii dalla raccolta siti vicino Mpulungu varia dal verde oliva scuro al marrone verdastro. Al centro del corpo (ai lati) vi è una macchia giallo o arancione di forma e dimensioni variabili. In Zambia, la pinna dorsale è grigio o blu, e in alcune località in Tanzania, è viola o rossastro. Sulla testa sono numerosi piccoli punti luminosi. Oltre ad una zona scura nella sua parte superiore, il diaframma è argenteo, e l'occhio presenta un bordo rossastro stretta. Gli esemplari giovani mostrano un modello di circa nove strisce verticali strette, che di solito scompaiono nei pesci adulti. Tra i tanti nomi usati in passato per T. Moorii dagli acquariofili sono moorii tramonto, moorii rainbow rosso, e moorii blotch limone.


Diversificazione
Il genere Tropheus non è solo popolare tra gli acquariofili. Negli ultimi decenni, molti scienziati hanno anche preso un vivo interesse per questi ciclidi, come il loro studio ha promesso una nuova visione del progresso dell'evoluzione e il processo di speciazione. Le popolazione di Tropheus vivono esclusivamente in habitat rocciosi delle zone superiori del lago. Anche se possono essere trovati in acque profonde, sono più abbondanti a profondità di circa 1 a 3 metri (da 3 a 10 piedi). In tali aree poco profonde, questi ciclidi si verificano spesso in sorprendentemente numero elevato.
Sono distribuiti sulle coste rocciose del lago Tanganica in innumerevoli popolazioni isolate tra loro da barriere geografiche. Durante la loro evoluzione, queste popolazioni gradualmente sono cambiate a causa dello sviluppo di vari fattori, tra cui la colorazione, morfologia, anatomia, l'ecologia, e talvolta anche il loro comportamento. Tuttavia, anche le popolazioni limitrofe possono variare considerevolmente al grado che possiedono caratteristiche differenti. A volte le differenze tra loro sono solo lievi, ma in circa un mezza dozzina di casi, la diversità è così marcata che queste popolazioni sono stati descritte come sottospecie o specie separate. In diverse località, due (o talvolta anche tre) diverse specie sono sintopiche (cioè, vivono insieme nella stessa area).

I fattori più importanti che causano la diversificazione delle popolazioni sono mutazioni, ma, oltre alle loro peculiari abitudini alimentari (e, di conseguenza,il loro habitat), la fedeltà nelle zone litoranee superiori svolgono un ruolo importante nel mantenere l'isolamento riproduttivo delle diverse popolazioni. Alcune barriere geografiche che impediscono l'incrocio delle popolazioni adiacenti sono rive sabbiose o fangose, estuari dei fiumi. Tutti i Tropheus evitano rigorosamente sabbia o rive fangose ​,perché queste aree sono prive di alghe epilithic (aufwuchs) per nutrirsi, così come riparo dai predatori e siti di riproduzione. Evitano anche estuari dei fiumi, perchè l'acqua è torbida, morbida, e acido, che contrasta dalle acque chiare,e dura.

Il confronto mitocondriale di DNA di diverse popolazioni (Sturmbauer & Meyer, 1992; Baric et al, 2003;.. Sturmbauer et al, 2005) ha prodotto risultati sorprendenti,ovvero che le popolazioni adiacenti sono spesso non strettamente correlati, mentre le popolazioni distribuite lungo le coste occidentali e orientali e isolati da 80 chilometri di lago aperto a volte inaspettatamente possiedono una composizione genetica quasi identica. Questi modelli apparentemente arbitrarie della loro distribuzione può essere spiegata come il risultato di una serie di variazioni estreme del livello del lago.

Alimenti e Requisiti di spazio:
Tutti Tropheus sono Specializzati mangiatori di aufwuchs caratterizzati da un peculiare comportamento alimentare. Nel lago, sono erbivori e strappano la copertura algale che si forma su roccie o pietre.I loro numerosi denti esterni della mascella premolare e tricuspide permettono di sfogliare una grande quantità di alghe ad ogni morso. Durante il nuoto, il pesce di solito gira la testa distintamente da un lato all'altro. Studi ecologici hanno rivelato che l'88 per cento del loro contenuto dello stomaco sono state fatte da alghe filamentose. Yamaoka (1983), che ha studiato il comportamento alimentare di una popolazione sulla costa nord-occidentale nei pressi di Luhanga, così come i cosiddetti moorii sulla costa orientale vicino alle Montagne Mahale, ha osservato che le femmine mangiano regolamente alghe anche quando rimurginano le uova o larve nella loro bocca.

Una caratteristica di tutti i Tropheus è l'elevata aggressività verso gli individui conspecifici. In piccole vasche senza un adeguato spazio di vita, l'alta frequenza di attacchi e scontri tra questi ciclidi si tradurrà inevitabilmente in perdite. C'è una forte evidenza da studi ecologici che esiste una stretta correlazione tra la loro aggressività intraspecifica radicata e il loro comportamento alimentare specifico. Come spiegato in precedenza, nei loro habitat naturali questi ciclidi sono rigorosamente erbivori e si nutrono di alghe che crescono sulla superficie delle rocce e pietre nella zona litorale superiore. Dal momento che questa fonte di cibo è limitata, entrambi i sessi del pesce devono difendere il proprio territorio alimentare, garantendo i loro posti di alimentazione al fine di evitare l'eccessivo sfruttamento di tali risorse.

Kawanabe (1981), che ha studiato una popolazione a Luhanga sulla riva nord-ovest del lago, ha scoperto che la dimensione dei territori per l'alimentazione era compreso tra 0,2 e 1,2 metri quadrati (2 e 13 piedi quadrati), con una media di 0,8 metri quadrati (9 piedi quadrati ) complessivamente.Di notte, però, la maggior parte dei pesci lasciano i propri territori cercando riparo dai predatori sotto le rocce.

Kuwamura (1986) ha rilevato che i territori di accoppiamento del Tropheus sono anche più grandi dei loro territori di alimentazione: quelli delle cosiddette "cherry moorii spot" sono 3 metri (10 piedi) di diametro, e quelli di T. Polli sono 4 metri (13 piedi) di diametro. La dimensione dei territori di alimentazione e di accoppiamento documentato in studi sul campo spiega perché solo due o tre individui particolarmente dominanti mostrano la loro cospicua colorazione in un acquario, mentre tutti gli altri pesci-che non possono occupare un territorio,conseguentemente soffrono di stress continuo.


Questo Articolo, lo trovate anche sul nostro Portale..

LINK: http://www.cichlidsandtropicalfish.net/?p=2472
Immagine


Avatar utente
Stefano
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 12446
Iscritto il: 10/04/2014, 23:33
Reputation: 380
Località: ROMA
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1995
Contatta:

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Stefano » 02/11/2015, 15:35

Altro articolo molto molto interessante...
Di grande cultura !!

Bravo

By Stefano
L'Acquariofilia e' una passione e le passioni bisogna coltivarle !!!


Avatar utente
Nico
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3949
Iscritto il: 17/04/2014, 6:49
Reputation: 47
Località: Tivoli (RM)
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 2008

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Nico » 02/11/2015, 18:04

Nico


Avatar utente
Salvatore
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1837
Iscritto il: 11/04/2014, 17:59
Reputation: 10
Località: Roma
Cosa allevi: TANGANICA
Allevo pesci dal: 2009
Contatta:

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Salvatore » 02/11/2015, 18:04

Grazie per la condivisione!

Inviato dal mio GT-I9105P utilizzando Tapatalk


Avatar utente
AULO73
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2261
Iscritto il: 18/04/2014, 13:05
Reputation: 88
Località: Mormanno CS
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 1993

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda AULO73 » 02/11/2015, 18:53

Bravo! altro interessante articolo,grazie per aver condiviso.....
LUIGI


Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Antonio87 » 02/11/2015, 20:45

Grazie ragazzi.... :ok:
Immagine


Avatar utente
rob.ge24
Utente
Utente
Messaggi: 350
Iscritto il: 12/02/2016, 11:59
Reputation: 9
Cosa allevi: MALAWI
Allevo pesci dal: 2009

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda rob.ge24 » 11/03/2016, 8:30

Ammazza questo articolo è bellissimo

Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Antonio87
Utente
Utente
Messaggi: 396
Iscritto il: 08/05/2014, 13:44
Reputation: 13
Cosa allevi: N/D
Allevo pesci dal: N/D

Mezzo secolo di esperienza con Tropheus: Un riassunto

Messaggioda Antonio87 » 16/04/2016, 11:25

Grazie
Immagine



Torna a “TANGANICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti